Travertino Romano Design

Travertino Romano Design  è un rivestimento decorativo a spessore, esclusivamente per interni. Questo effetto decorativo, dalle caratteristiche interessanti, è un intonaco decorativo definito riempitivo per superfici esterne ed interne.
Travertino Romano Design


Il suo essere riempitivo è dovuto alla sua composizione; infatti si presenta come un impasto omogeneo e pastoso, in grado di applicarsi facilmente alla superficie di interesse e di donare globalmente l’effetto della pietra in tutte le sue sfaccettature.

Il prodotto, capace di riprodurre anche le venature della pietra, è costituito prevalentemente da sabbia, granulati di marmo e grasselli di calce stagionati.

Le sei tonalità proposte di Travertino Romano Design,  tipiche del marmo travertino, abbinare all’effetto pietra aggiungono nuove possibilità creative negli interni, ne riproduce la bellezza naturale ed il fascino storico.

Come è Fatto il Travertino Romano?


Oggi come anche nel passato si cerca sempre di dare un tocco di classe e prestigio agli ambienti in cui viviamo, chi volesse decorare il proprio appartamento o parti di esso con questo materiale otterrà un risultato veramente invidiabile.
La caratteristica principale di Travertino Romano Design consiste nel legarsi in profondità con la superficie su cui viene steso diventando quindi un unico corpo, impedisce lo sviluppo delle muffe, è traspirante, resistente agli urti, idrorepellente...
L’applicazione Travertino Romano Design è semplice, se effettuato con cura e gradatamente.

Occorrente:


  • Spatola in acciaio;
  • Paletta americana media;
  • Tampone;
  • Spugna naturale;
  • Colori acrilici: beige, verde oliva, terra d'ombra e nero;
  • Pennello piatto n.3 e pennellino per belle arti;
  • Nastro adesivo di carta.

Per decorare correttamente una o più pareti con Travertino Romano Design sono necessari 5 diversi passaggi lavorativi :

  1. Anzitutto occorre preparare il supporto su cui si decide di intervenire che deve essere assolutamente ben asciutto, se abbiamo scelto una parete fresca di intonaco ricordiamoci di lasciarla stagionare almeno 30 giorni, una superficie vecchia invece  dobbiamo pulirla asportando le parti che eventualmente si stanno distaccando. Fatto questo procediamo stendendo una mano di fissativo all'acqua che deve essere diluito nella proporzione di 1 litro di prodotto ogni 5 litri di acqua.
  2. Successivamente bisogna applicare uniformemente il fondo che dovrà essere di colore bianco. Ti consiglio di utilizzare il quarzo liscio, una volta che si è terminato si deve lasciare asciugare perfettamente per almeno 24 ore.
  3. Si procede con la stesura del Travertino Romano Design utilizzando una paletta americana media come quelle che si usano per intonacare. Per avere una resa perfetta sarebbe opportuno stendere il Travertino Romano Design con una spatola in acciaio, stando attenti a lasciare uno spessore di circa 1,5÷2,0 mm. 
  4. Modellare immediatamente Travertino Romano Design con il tampone, al fine di produrre venature irregolari, simili a quelle di una pietra naturale. Sulle rimanenti zone increspare la superficie a nido d’ape con l’apposito attrezzo.  Non appena il prodotto inizia a essiccarsi bisogna fare una prima lisciatura con la paletta americana per compattare le increspature più evidenti e quindi levare delicatamente tutta la carta gommata.

Fatto questo si attende qualche minuto e quando il prodotto sarà essiccato procedere con una secondaria lisciatura, questa volta effettuata con maggiore pressione, al fine di ottenere una superficie completamente liscia in cui sono evidenti le venature che imiteranno l'effetto del marmo travertino.
Per riprodurre le fughe presenti nella pietra naturale, concluso il processo di lisciatura, incidere la superficie di travertino romano con l’utilizzo di una piccola spatola o cacciavite, ottenendo riquadri dalla dimensione desiderata.

Terminato tutto il lavoro si deve lasciare asciugare perfettamente per non meno di 24 ore, questo materiale diventa completamente bianco una volta ben stagionato.

Finiture Natural/White ed a tinta colorata

Finiture Natural/White:  


  • Una volta perfettamente asciutto Travertino Romano Design è pronto per essere rifinito. Prima di tutto, utilizzando un pennello piatto e largo senza manico, bisogna stendere su tutta la superficie di lavoro una mano di finitura trasparente che non deve essere diluita ma utilizzata così come è, consigliabile procedere sempre nella stessa direzione senza incrociare le pennellate. In questa fase estremamente delicata occorre fare molta attenzione a stendere il prodotto sulla parete e non dentro le venature. Terminato si aspettano 3-4 ore per asciugare.

Finiture Colorate:  


  • Una volta che la prima mano di finitura è asciutta procedere con la seconda mano e ultimare la decorazione si deve diluire il prodotto di finitura al 50% con acqua e quindi unire il colore (toner) scelto fino ad ottenere la tonalità desiderata. Utilizzando sempre con un pennello a setole morbide si stende questo preparato su tutta la superficie interessata, fughe e venature comprese, procedendo al solito sempre nella stessa direzione. Per eliminare gli eccessi di colore che sicuramente capiteranno si deve utilizzare una spugna morbida e umida da risciacquare ogni volta (meglio avere un secchio con acqua pulita vicino).


Consigliamo di utilizzarla ogni mq circa per avere il lavoro sotto controllo e per non fare asciugare troppo il colore in eccesso. Grazie al diverso assorbimento tra le zone lisce e le venature si otterrà un fantastico effetto chiaro-scuro tipico del marmo travertino.

Travertino Romano Design: come mantenerlo in buone condizioni

Sia che si impieghi Travertino Romano Design per i rivestimenti esterni o per quelli interni, il Travertino Romano è un materiale piuttosto delicato, suscettibile all’azione degli acidi.
Nel primo caso, il pericolo è dato dagli agenti inquinanti, e in particolare delle polvere sottili.
Nel secondo caso, è determinato dall’eventuale utilizzo di agenti chimici per la pulizia. E’ bene, quindi, prendere alcuni specifici accorgimenti, quando si parla di pulizia del Travertino Romano.

Il consiglio è di utilizzare detergenti a PH neutro. Il primo passo è spazzolare (con una spazzola a setole morbide) la superficie in Travertino Romano per liberarla da polvere, briciole etc. le quali altrimenti si deposita rebbero nei suoi pori. Il secondo passaggio è stendere un panno in microfibra e compiere ampie ma delicate passate.

Se la superficie è macchiata, evento non raro vista la ormai celebre porosità del Travertino Romano, è necessario intervenire prima possibile con abbondante carta assorbente. Se la macchia si è ormai depositata, e il guaio sembra irrimediabile, c’è ancora un’arma da giocare: una soluzione di ammoniaca, acetone e detersivo da bucato in polvere.

In caso di macchie causate da sostanze colorate, come il vino o il caffè, un valido alleato può essere anche l’acqua ossigenata, la quale va applicata sulla macchia e lasciata “riposare”, in attesa che si asciughi da sola.

Commenti