CARTA DA PARATI? Tutto Quello che Devi Sapere in questa Guida Definitiva!

Devi togliere e\o rinnovare la tua vecchia carta da parati? Qual è la soluzione migliore? In questa guida, sintetica ma completa, troverai tutte le risposte.

La prima cosa che devi sapere è che la carta da parati è un rivestimento prodotto con diversi supporti e materiali e con diverse tecniche. Prendiamo in considerazione le principali tipologie:

·        Carta lavabile: è la più traspirante di tutte, ma anche quella più delicata. Adatta a camere da letto, ma non ad ambienti dove si può sporcare facilmente.

·        Carta vinilica su fondo di cellulosa: ha una buona traspirabilità, è facilmente lavabile e smacchiabile con l'alcool. È sicuramente adatta per tutti gli ambienti.

·        Carta vinilica su fondo in TNT: più facile da posare.

·        Carta espansa: ha un potere isolante maggiore, ma è più delicata del vinilico. Non è adatta ad ambienti dove esiste il rischio di danneggiarla (corridoi o cucine, per esempio).

·        Fibra di vetro: possiede un'altissima resistenza agli urti e consolida molto bene le pareti. Sapevi che si può tinteggiare ed è completamente ignifuga?

·       Tessuto murale: offre un buon isolamento, ma è un rivestimento un po' troppo delicato.

·        Paglia e Fibre vegetali: stile naturale e ricercato.

·        Telato plastico: è adatto ad applicazioni in ambienti in cui sono richieste lavabilità e resistenza superiori.

Rinnovare o togliere la carta da parati?

Rinnovare la vecchia carta da parati può essere un'operazione molto semplice. Solitamente, chi ha già apprezzato le pareti in carta da parati sceglie di rinnovarla e posarla su quella vecchia. 

Carta da parati

Rinnovare la carta da parati vinilica e no

Se la carta da parati da rinnovare è vinilica, prima che venga copoerta con quella nuova si potrà spellare. Togli solo la parte superficiale, mantenendo sulla parete il fondo, che farà da base per la nuova tappezzeria.

 Se la vecchia carta da parati da rinnovare non è vinilica, allora sarà la vecchia carta a fare da base per la nuova tappezzeria. Basa solo che sia integra o ben attaccata. Se non lo è, il tappezzerie potrà valutare di lasciarla comunque a muro ripristinando le  parti ammalorate.

Togliere la vecchia carta da parati

Se si vuole rimuovere una vecchia carta da parati, sappi che l'operazione non sarà veloce, perchè i collanti e i fondi utilizzati venti anni fa sono molto diversi da quelli attuali. Di norma, si può procedere bagnando la carta da parati con abbondante acqua calda. Se non si riesce con questo metodo, sappi che esistono in commercio prodotti stacca-parati.  Se proprio non si riesce a togliere, in quanto la tipologia è davvero antica e il collante molto robusto, allora si può pensare di utilizzare un primer per rendere la parete tinteggiabile.

 

Carta da parati

Togliere la carta da parati con fondo in TNT 

Le nuove carte da parati con fondo in TNT permettono un'agevole rimozione, sempre che il collante utilizzato sia quello standard da carta da parati. Se si vuole applicare una nuova carta da parati sopra quella vecchia, verifica prima che tipo di carta da parati stai rimuovendo. 

Applicare una nuova carta da parati su quella vecchia 

Se quella esistente è carta non vinilica, basterà spolverarla e controllare che sia ben attaccata. Nel caso ci fossero delle zone staccate o non ben incollate, delle bolle o parti rovinate, dovrai provvedere a riattaccarle oppure a toglierle e a livellarle con della carta abrasiva o stucco. 

Se la vecchia carta da parati è vinilica e abbastanza recente, sappi che la parte superiore si può togliere sfogliandola dalla parte inferiore. Per sapere se la carta da parati è di questo tipo, basta raschiare un angolino poco visibile e provare. Se la parte superiore viene via, lasciando sul muro il fondo grezzo, allora si potrà procedere su tutta la superficie, mantenendo sul muro lo strato sottostante, che farà da carta fodera per la nuova tappezzeria.

Come ripristinare una porzione danneggiata?

Se non si può recuperare la carta da parati danneggiata, sarà bene sostituirla sull'intera stanza. Tuttavia, è possibile scegliere di sostituirla solo in parte. 

Carta da parati

Rinnovare la carta da parati in fibra di vetro

Se la vecchia carta da parati è in fibra di vetro, allora si tratta di un rivestimento che può essere tinteggiato. Il rivestimento in fibra di vetro, che è un materiale organico ricavato dalle sabbie silicee, sarà molto più traspirante ed eco-compatibile sia di una carta da parati vinilica sia di una "lavabile". 

Quale carta da parati scegliere?

Se l'idea è quella di tappezzare le pareti con la carta da parati e magari, tra qualche anno, toglierla e tinteggiare, il consiglio è di verificare se l'ambiente in questione consente l'incollaggio leggero che permetterà successivamente di bagnare la carta. In questo caso, la carta da parati con sottofondo in TNT è la migliore soluzione perchè più semplice da rimuovere.

Se invece si pensa di sostituire la carta da parati con una carta da parati più nuova, allora si dovrà verificare che abbia una superficie strippabile o pelabile. Sarà sufficiente togliere la pellicola di superficie e il supporto sottostante resterà aggrappato al muro per fare da carta fodera per la nuova tappezzeria.

Scegli sempre una carta da parati certificata e in linea con le nuove normative europee.

Posare la carta da parati

Se non sei esperto affidati a un posatore di carta da parati professionista perchè la posa in opera corretta rende il rivestimento molto più duraturo.

Quanto dura una carta da parati di qualità?

La vita delle pareti tappezzate con la carta da parati può essere anche di 20 o 25 anni,  purchè si tratti di un  buon prodotto. 

Carta da parati e umidità

L’umidità può rovinare i muri sia tinteggiati che rivestiti. Con la carta da parati il muro resterà più compatto tuttavia, se alle pareti c'è un problema di umidità, occorre capire la causa e intervenire prima di applicare il rivestimento. Può essere che la parete sia al piano terra e allora si ha un'umidità di risalita. Può darsi che le pareti siano rivolte a nord e coprirsi di muffa. Comunque sia, esiste un prodotto isolante da applicare sulla parete che risolve con grande efficacia sia i problemi di muffa: si tratta di pannelli bianchi che vanno posati con collante apposito e bloccano condensa e umidità, migliorando notevolmente l'ambiente: sono perfetti per essere rivestiti in carta da parati. In caso di ambienti umidi, per incollare la carta da parati dovrai disporre di colle ad aggrappaggio più forte.

Carta da parati

Ultime Indicazioni

Ad ogni modo, ti ricordiamo sempre che la professionalità non si improvvisa! 

Se hai dubbi e/o un contesto particolare da affrontare ritienici a disposizione per valutare insieme il da farsi. L’importante è raggiungere il risultato che hai in mente. 

Imbianchino Roma. Imbiancatura e Decorazioni Pittoriche per la Tua Casa e Ufficio è un sito di Easy Service Solutions ed è il tuo CENTRO di COMPETENZA preferito, ricordatelo! 

Se ti è piaciuto quanto letto sin qui, saprai certamente apprezzare anche questo articolo

Se vuoi sapere di più sulla migliore carta da parati, se desideri un supporto per le tue scelte o se devi far fronte a una circostanza particolare, non esitare a contattarci. 

Oppure chiedi un preventivo gratuito e valuta insieme ai nostri esperti la soluzione migliore per la tua casa. Puoi usare l’apposito modulo di contatto o anche lasciare un commento sul Blog. Ti risponderemo il prima possibile.

Ti invitiamo a far conoscere il nostro lavoro, a condividerlo sui social network mediante i pulsanti appositi e a lasciare il tuo “mi piace” sulla nostra pagina facebook

Per informazioni puoi addirittura chattare con noi cliccando qui.

Commenti