È SUFFICIENTE LA PITTURA PER IMBIANCARE CASA?

 Ti sei mai chiesto se per pitturare casa è sufficiente prendere un secchio della migliore idropittura in commercio e cominciare a pennellare?

Se parli con un professionista avrai sempre la stessa risposta. Molto dipende da due fattori:

La tipologia di pittura che hai scelto (scarsa o buona qualità)

Il supporto su cui vai ad applicare la pittura

In questa sintetica guida ci concentreremo sull’importanza del supporto e su come va preparato.

Sapevi che il supporto, sia che tu stia dipingendo su una pittura esistente sia su un nuovo intonaco, deve essere asciutto e pulito? Naturalmente per pulito intendiamo che non devono esserci sostanze non coerenti con il fondo. Non si può pitturare su una macchia di pomodoro, questo è certo.

Ad ogni modo, il più delle volte è possibile pitturare direttamente sullo strato di pittura sottostante. Però nella maggior parte dei casi è necessario trattare il supporto esistente.

imbiancare casa

Il fondo fissativo

Il trattamento di base consiste nel passare almeno una mano di fondo fissativo (detto anche primer). Il fondo è una sorta di pittura trasparente e incolore. Chiaramente deve essere coerente con il tipo di pittura che vuoi utilizzare come strato di finitura. Quindi, se hai scelto un’idropittura acrilica, il fondo dovrà essere acrilico all’acqua; se hai scelto un’idropittura ai silicati, il fondo sarà un fissativo ai silicati.

Il fondo isolante è utile per diversi motivi:

Riempie i buchi dando omogeneità alla superficie da pitturare

Rende più semplice l’applicazione della pittura

Migliora la resa del colore e la sua omogeneità           

Aumenta la resa della pittura

Un fissativo all’acqua è composto per la maggior parte da emulsione acrilica, oltre che da acqua e da alcuni additivi.

Il fatto che sia coerente con la pittura di finitura è fondamentale. Ad esempio, un fissativo come quello che abbiamo appena descritto va bene con un'idropittura traspirante. Se invece avessimo scelto un fissativo a solvente, composto in prevalenza da acquaragia e nafta, avremmo creato un fondo non traspirante, quindi la pittura, oltre ad avere problemi di adesione, in fase di posa avrebbe perso le caratteristiche per cui l’avevi scelta.

Naturalmente non è sempre sufficiente passare il primer per poter pitturare una parete. Bisogna considerare diversi altri problemi.

imbiancare casa


Rimozione completa dello strato di pittura esistente

Se devi imbiancare casa, ma la vecchia pittura è formata da tempere o materiali plastici non hai scelta: dovrai raschiare tutta la pittura esistente e ricominciare da capo. Sapevi che queste pitture non possono essere coperte da una nuova pittura? Non rappresenterebbero un supporto sufficientemente stabile. Si tratta di pitture generalmente poco traspiranti e avresti problemi di salubrità dell’ambiente.

Un volta che hai raschiato tutto, dovrai stuccare i buchi più profondi e passare con della carta vetrata per rendere leggermente rugosa la superficie in modo da migliorare l’adesione.

È possibile poi fare un trattamento chimico delle superfici murarie per migliorare la resistenza alla degradazione. Infatti, l'intonaco potrebbe essere alcalino e potrebbe portare al distacco delle pitture dovuto alla formazione di efflorescenze. In questo caso è sufficiente lavare le superfici con soluzioni acquose debolmente acide e poi risciacquare.

A questo punto è possibile passare il fondo isolante e infine pitturare.

imbiancare casa


Come agire sulle muffe                          

Candeggina? Meglio di no.

Carta vetrata? Lascia stare.

Pittura antimuffa? No. 

La prima rientra tra i classici consigli della nonna. La candeggina è un blando igienizzante che va bene per pulire superfici dove non c’è una grande concentrazione di batteri ma che, soprattutto nelle concetrazioni con cui viene venduto, non ha nessun effetto sulle muffe che infestano in gran quantità le pareti: sicuramente ti aiuta a dare una sbiancata al muro ma non risolve il problema. Infatti, le muffe si ripresentano dopo poco tempo.

La carta vetrata è forse la soluzione peggiore. Le spore delle muffe si diffondono nell’aria e, carteggiando le pareti dove ci sono le muffe, le fai svolazzare nell’aria di casa tua permettendo loro di proliferare.

Le pitture antimuffa non sono una soluzione sbagliata, solo che non vanno utilizzate come risposta nella fase di risoluzione del problema. Infatti, se è vero che hanno all’interno degli antibatterici, comunque coprono e basta il problema ma non lo eliminano alla radice.

Quando devi trattare un muro infestato dalle muffe devi chiederti: perchè qui si sono formate le muffe? Di solito proliferano in ambienti umidi (cucine, bagni, cantine), su pareti confinanti con l’esterno o con ambienti non riscaldati, quando le pareti non traspirano e quando non sono ben isolate.

Per evitare che le muffe continuino a proliferare devi risolvere il problema alla radice e non coprirlo o attenuarlo. Quindi dovresti:

Sterminare le muffe

Portare la muratura in condizioni ottimali

Per sterminare le muffe devi togliere loro l’umidità dalle pareti. Senza umidità le muffe semplicemente si seccano. Ma l’umidità di cui devi preoccuparti non è solo quella superficiale, quanto piuttosto quella penetrata all’interno delle pitture, alle volte fino alle pareti. La prima cosa da fare non è sfregare via le muffe, ma far uscire l’umidità ripristinando l’equilibrio igroscopico, ossia la capacità della finitura di assorbire il vapore acqueo e farlo evaporare.

Per farlo ci sono in commercio vari prodotti liquidi che vengono stesi sui muri fino a totale assorbimento e fanno uscire umidità e salnitro. In questo modo le muffe non hanno più terreno fertile per proliferare e, come detto, semplicemente si seccano.

A questo punto si può passare alla posa della finitura che però deve essere attentamente valutata. La pittura antimuffa potrebbe non essere la soluzione adatta: tiene alla larga le muffe per qualche anno, ma al termine dell’effetto del suo battericida ecco che le muffe ricompaiono. Solitamente è più utile una pittura isolante (detta anticondensa) che equilibra parzialmente gli sbalzi termici tra esterno e interno. Ultimamente stanno comparendo sul mercato anche delle pitture che sono sia antimuffa (battericide) che isolanti.

imbiancare casa


Ultime indicazioni 

Ad ogni modo, ti ricordiamo sempre che la professionalità non si improvvisa! 

Se hai dubbi e/o un contesto particolare da affrontare ritienici a disposizione per valutare insieme il da farsi. L’importante è raggiungere il risultato che hai in mente. 

Imbianchino Roma. Imbiancatura e Decorazioni Pittoriche per la Tua Casa e Ufficio è un sito di Easy Service Solutions ed è il tuo CENTRO di COMPETENZA preferito, ricordatelo! 

Se ti è piaciuto quanto letto sin qui, saprai certamente apprezzare anche questo articolo

Se vuoi sapere di più sul modo migliore per imbiancare casa, se desideri un supporto per le tue scelte o se devi far fronte a una circostanza particolare, non esitare a contattarci. 

Oppure chiedi un preventivo gratuito e valuta insieme ai nostri esperti la soluzione migliore per la tua casa. Puoi usare l’apposito modulo di contatto o anche lasciare un commento sul Blog. Ti risponderemo il prima possibile. 

Ti invitiamo a far conoscere il nostro lavoro, a condividerlo sui social network mediante i pulsanti appositi e a lasciare il tuo “mi piace” sulla nostra pagina facebook

Per informazioni puoi addirittura chattare con noi cliccando qui.

Commenti