Il Controsoffitto: tutti i Consigli per una Corretta Realizzazione!

Sapevi che un controsoffitto in cartongesso valorizza gli ambienti e riesce a renderli unici e isolati acusticamente o termicamente? In questa guida, sintetica ma completa, troverai tutto ciò che c'è da sapere sulle diverse tipologie di controsoffittatura.

Controsoffitto

Il controsoffitto in cartongesso

Il controsoffitto è una soluzione costruttiva diffusa da diversi anni e già tanti anni fa veniva utilizzato per rivestire, attraverso l'uso di canne intrecciate e poi intonacate, i solai in legno.

In tempi più recenti è stato ideato, per poi diffondersi sempre di più, un sistema di controsoffitto modulare, composto da pannelli e montanti che consentono una grande flessibilità d'impiego sia nel contesto abitativo sia in quello commerciale.

Il controsoffitto svolge molteplici funzioni: potrai agire sull'estetica del tuo ambiente valorizzandone alcuni aspetti oppure migliorarne l'isolamento acustico o termico.

Il sistema costruttivo modulare utilizzato oggi offre numerosi vantaggi che indichiamo di seguito:

Facilità di posa ed esecuzione dei lavori;

Leggerezza e resistenza della struttura;

Possibilità di impiego nel fai da te;

Pulizia e ordine in fase di cantiere;

Facile rimozione dell'opera;

Facile predisposizione nel mascherare gli impianti e alcuni difetti di costruzione.

Controsoffitto

Tipologie di controsoffitto

Il cartongesso offre la possibilità di realizzare opere funzionali senza porre troppi limiti costruttivi. Sarebbe opportuno, però, affidarsi a un professionista di questa lavorazione.

Possiamo utilizzare questa soluzione tecnologica in diverse situazioni o impieghi. La varietà di pannelli disponibili, che sia in cartongesso semplice fino ai pannelli in lana di roccia o di vetro, o poliestere espanso, offre funzioni e prestazioni molto diverse estremamente competitive sul mercato.

L'evoluzione tecnologica ha portato alla realizzazione di pannelli in cartongesso innovativi, resistenti a urti e abrasioni, ignifughi e con superfici lisce, ideali per controsoffitti davvero eleganti.

I controsoffitti moderni in legno, di particolare pregio per le caratteristiche e la varietà del materiale, trovano diffusione nelle tendenze del design moderno, grazie alla facilità di posa, alla resistenza agli urti e all'umidità tipiche di queste strutture.

Eri al corrente dell'esistenza di una tipologia estremamente versatile? Si tratta del controsoffitto con pannelli modulari quadrati.

Viene spesso utilizzato negli edifici commerciali e industriali per via della vasta flessibilità nel canalizzare al suo interno tutti gli impianti, di tipo elettrico o meccanico così come la ventilazione. Questo tipo di controsoffittatura si apprezza anche per via della facile manutenzione.

Una soluzione più al passo con i tempi è la realizzazione di controsoffitti fissi, non ispezionabili, in cartongesso, con l'inserimento a incasso di faretti led al fine di giocare con la luce direzionale e integrare il soffitto con i corpi illuminanti.

La posa in opera di un controsoffitto

Prima di progettare il controsoffitto bisogna tenere in considerazione l'altezza utile dell'ambiente per rispettare le altezze minime previste dal regolamento edilizio. In generale, possiamo dire che nei corridoi l'altezza minima è pari a 2,40 metri mentre negli ambienti è di 2,70 metri.

In base alle esigenze del committente e alla destinazione d'uso dell'ambiente utilizzeremo un pannello differente. Il materiale basilare per le opere di controsoffittatura è il pannello in cartongesso, prodotto in vari spessori. Grazie alla sua flessibilità, leggerezza e possibilità di offrire il supporto a qualsiasi tipologia di tinteggiatura, diviene il materiale più utilizzato per la controsoffittatura nelle nostre abitazioni.

La struttura del controsoffitto può essere fissata al solaio, in sospensione oppure in aderenza mediante l'ausilio di piedini in acciaio. Una soluzione costruttiva più interessante è quella autoportante, che si ancora a montanti perimetrali fissati sulle pareti.

Realizzare un controsoffitto è un'attività piacevole e anche divertente, ma dobbiamo ricordarci che bisogna predisporre un progetto esecutivo, preciso, delle quote del controsoffitto e del posizionamento delle luci dell'ambiente.

Il controsoffitto è un elemento decorativo e funzionale eccellente ma, allo stesso tempo, esalta le imperfezioni delle lavorazioni. Pertanto, bisogna essere maniacali nel centrare e allineare faretti ed eventuali linee del controsoffitto.

Una volta disposto il telaio secondo una delle tipologie scelte si può procedere con il fissaggio dei pannelli in cartongesso, mediante viti autofilettanti. I pannelli in cartongesso possono essere lavorati e sagomati in diverse forme, così da rendere il controsoffitto funzionale e regolare oppure più creativo con forme curvilinee.

Il cartongesso è un materiale multifunzione e polivalente. Come ogni ambito dell'architettura richiede un'accurata scelta del pannello da utilizzare e delle forme e dimensioni da disporre.

Controsoffitto

Come fare un controsoffitto in cartongesso

La duttilità del materiale facilita la lavorazione del pannello.

Per una struttura uniforme, fissa e non ispezionabile bisogna disporre il telaio, sospeso o autoportante o aderente, formando una maglia quadrata sul soffitto.

La maglia quadrata darà supporto al pannello che dovrà ancorarsi tramite le viti autofilettanti. Come avviene nella pavimentazione, anche qui si dispongono i diversi pannelli tagliati a misura uno di fianco all'altro, fino alla chiusura totale del telaio.

Durante l'installazione dei pannelli bisogna predisporre i fori d'incasso dei faretti e far fuoriuscire i cavi con corrugati per il successivo collegamento ai corpi illuminanti.

L'ultimo step della lavorazione è la finitura, ovvero la stuccatura e successiva tinteggiatura.

Particolare attenzione va prestata ai giunti tra i vari pannelli. Questi devono essere rivestiti con una garza plastificata la cui funzione è quella di evitare che i pannelli, muovendosi, possano creare fessure tra i giunti.

Bisognerà poi stuccare il controsoffitto per rendere le superfici lisce e coprire eventuali errori, carteggiare bene con carta abrasiva fino a rendere liscia la superficie e procedere con la tinteggiatura.

Controsoffitto

Ultime indicazioni

Ad ogni modo, ti ricordiamo sempre che la professionalità non si improvvisa!

Se hai dubbi e/o un contesto particolare da affrontare ritienici a disposizione per valutare insieme il da farsi. L’importante è raggiungere il risultato che hai in mente.

Imbianchino Roma. Imbiancatura e Decorazioni Pittoriche per la Tua Casa e Ufficio è un sito di Easy Service Solutions ed è il tuo CENTRO di COMPETENZA preferito, ricordatelo!

Se ti è piaciuto quanto letto sin qui, saprai certamente apprezzare anche questo articolo.

Se vuoi sapere di più sul controsoffitto in cartongesso, se desideri un supporto per le tue scelte o se devi far fronte a una circostanza particolare, non esitare a contattarci.

Oppure chiedi un preventivo gratuito e valuta insieme ai nostri esperti la soluzione migliore per la tua casa. Puoi usare l’apposito modulo di contatto o anche lasciare un commento sul Blog. Ti risponderemo il prima possibile.

Ti invitiamo a far conoscere il nostro lavoro, a condividerlo sui social network mediante i pulsanti appositi e a lasciare il tuo “mi piace” sulla nostra pagina facebook.

Per informazioni puoi addirittura chattare con noi cliccando qui.

Commenti